Pamela Cipriano (USA) eletta Presidente del Consiglio Internazionale degli Infermieri (ICN).

Ginevra, Svizzera, 6 ottobre 2021.

Pamela Cipriano

La Prof. Pamela Cipriano, leader infermieristico riconosciuto a livello internazionale, è stata eletta come 29° Presidente del Consiglio Internazionale degli Infermieri (ICN). L'elezione ha avuto luogo nel contesto della riunione dell'organo di governo dell'ICN, il Consiglio dei rappresentanti delle associazioni infermieristiche nazionali (CNR) svolto online con i rappresentanti 113 nazioni presenti, in cui CNAI è presente fin dal 1949, che si è tenuto virtualmente dal 4 al 6 ottobre.


Già primo vicepresidente dell'ICN (2017-2021), la Prof. Cipriano è anche Dean della School of Nursing dell'Università della Virginia ed è stato presidente dell'American Nurses Association dal 2014 al 2018. La Prof. Cipriano è ben nota, sia nel suo paese, gli Stati Uniti d'America, sia a livello internazionale, come una forte sostenitrice della professione infermieristica. Durante la sua carriera di oltre 40 anni, ha guidato gli sforzi per promuovere il ruolo e la visibilità degli infermieri e aumentare l'impatto e l'influenza dell'assistenza infermieristica sulla politica, la Prof. Cipriano ha anche fatto parte del consiglio di amministrazione dell'American Nurses Credentialing Center e dell'American Academy of Nursing. È leader nell'Action Collaborative on Clinician Well-Being and Resilience della National Academy of Medicine, che sta affrontando gli effetti della pandemia di COVID-19 sulla salute fisica e mentale di tutti i medici. È stato il primo editor-in-chief della rivista American Nurse Today.

La neo-eletta Presidente Cipriano ha dichiarato:

"Sono molto onorata di essere stata eletta in questa posizione molto prestigiosa. L'ICN è nota per il suo impatto globale, agendo ogni giorno con le Associazioni nazionali per il progresso della professione. La mia visione per il futuro di ICN è di aumentare l'influenza degli infermieri nei loro paesi e sulla scena globale. L'ICN è qualificata in modo unico per rafforzare e amplificare il ruolo cruciale degli infermieri come leader e decisori nei sistemi sanitari di tutto il mondo. Dobbiamo essere la voce che trasmette l'impatto degli infermieri nel rompere le barriere per giungere alla copertura sanitaria universale (UHC), riducendo il peso delle malattie non trasmissibili (NCDs), promuovendo comportamenti salutari e mitigando gli effetti dannosi del cambiamento climatico.

Tuttavia, il nostro futuro immediato richiede che affrontiamo prima gli impatti relativi sulla forza lavoro globale e in ambito economico assicurando la stabilità dell'ICN e assistendo i nostri membri a fare lo stesso. Non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con il nuovo Consiglio di Amministrazione, il CEO di ICN e il suo staff per rafforzare l'ICN nei prossimi quattro anni".

I rappresentanti di 113 delle associazioni infermieristiche nazionali membri dell'ICN (tra cui l'Italia rappresentata dal Presidente CNAI Walter De Caro, dal Prof. Davide Ausili e dal Segretario di CNAI Paola DI BIAGIO) si sono ufficialmente registrati per l'incontro virtuale per discutere i problemi e le sfide che stanno affrontando e per lavorare insieme per determinare le future politiche strategiche dell'ICN nella sua missione di garantire assistenza infermieristica di qualità per tutti, salute sana politiche globali, il progresso delle conoscenze infermieristiche e la presenza in tutto il mondo di una professione infermieristica rispettata e di una forza lavoro infermieristica competente e soddisfatta.


CNAI, unica affiliata italiana all'ICN dal 1949, esprime il proprio pieno sostegno e porge a nome delle infermiere e degli infermieri i migliori auguri di buon lavoro alla Prof. Cipriano, e ringrazia la Presidente ICN (2017-2021) Annette Kennedy per il grande lavoro a favore della comunità infermieristica globale negli ultimi quattro anni!

#icn #nursing #pamcipriano #cnai #infermieri

58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti